9 Giu, 2022 | Dott.ssa Lidia Esther Guzman |

Il trattamento con le onde d’urto: tutto quello che c’è da sapere

Scopriamo tutti quelli che sono gli effetti benefici che possiamo riscontrare nel trattamento con le onde d’urto.

Onde d’urto: la terapia, scopriamo come funziona

Oggi grazie alla presenza di moltissime tecniche non invasive si possono risolvere molti problemi di natura fisica ed estetica, che possono sembrare di lieve entità, ma a lungo andare diventano molto fastidiosi. Una delle tecniche più conosciute è quella delle onde d’urto terapia, consigliata per chi si trova a dover fronteggiare problemi di natura ortopedica come: tendinite, le varie artrosi e problemi ai tessuti ossei. I primi utilizzi delle onde d’urto in campo ortopedico risalgono agli anni 80’, mentre negli anni 90’ iniziano ad essere usate anche per risolvere problemi estetici, soprattutto quelli legati alla cellulite.

La terapia con onde d’urto viene fatta con un dispositivo che presenta due componenti; un compressore elettronico ed un supporto, la pistola adibita al rilascio delle onde, che possono essere suddivise in due categorie: radiali e focalizzate. La principale caratteristica delle onde radiali è che queste non vengono direzionate su un solo punto e sono usare a scopo prettamente antinfiammatorio, mentre in quelle focalizzate la forza delle onde si concentra su una precisa zona del corpo, quella che deve essere curata. Nel trattamento la profondità delle onde d’urto viene tarata a seconda della patologia da curare, queste possono andare da 0 a 60 millimetri, mentre la durata della seduta dipende dal numero di onde necessarie a risolvere il problema.

L’uso delle onde d’urto per l’estetica

Le onde d’urto sono un trattamento molto utile anche per risolvere problemi alla pelle ed alcuni dei suoi inestetismi. Il principale uso che viene fatto dell’onda d’urto estetica riguarda la cellulite, un accumulo di tessuto adiposo che può riguardare alcune parti del corpo come: cosce, glutei, addome, braccia.

La terapia prevede il rilascio di alcune onde d’urto meccanico acustiche sulla parte del corpo dove è presente la cellulite; la cavitazione delle onde porta ad una rottura delle parti di tessuto adiposo in eccesso ed alla conseguente riattivazione della circolazione e dei tessuti con un effetto rassodante sulla pelle. Il trattamento con le onde d’urto per l’estetica è altamente consigliato, risulta essere non invasivo e non ha particolari controindicazioni, l’unica cosa che si nota sono dei piccoli ematomi sulla zona dove è stato effettuato il trattamento.

onde urto post

Onde d’urto in fisioterapia: quali vantaggi

Tra i vari metodi d’utilizzo che conosciamo merita una menzione il trattamento delle onde d’urto in fisioterapia, che hanno come scopo quello di risolvere alcuni problemi di salute cronici. Questo metodo aiuta a risolvere soprattutto tutti i problemi dove è presente una tendopatia o problemi muscolari come contratture e pubalgie.

Le onde d’urto agiscono in due modi anche nella fisioterapia; si occupano di andare a provocare una diminuzione dell’infiammazione grazie all’aumento della vascolarizzazione e all’aumento di nuovi vasi sanguigni. La fisioterapia con le onde d’urto è consigliata anche nel caso di fratture al tessuto osseo, in questo caso le onde d’urto aumentando la vascolarizzazione permettono una più veloce riformazione del tessuto osseo. Per iniziare ad ottenere dei risultati soddisfacenti con la terapia è importante che il paziente faccia almeno 4-5 sedute, necessarie affinchè s’inizi a sentire una diminuzione del dolore e si ristabiliscano i parametri precedenti all’infortunio.

Onde d’urto al piede: un trattamento per camminare meglio

Uno dei trattamenti più utilizzati è sicuramente quello delle onde d’urto al piede, un aiuto decisivo per problemi cronici ai piedi, che in un lungo periodo possono portare anche ad avere diverse difficoltà nel camminare e nell’appoggiare il piede a terra. Questo problema viene definito come fascite plantare, che si localizza nella zona della pianta del piede e provoca un forte dolore su tutta l’arcata plantare fino ad arrivare alla zona del calcagno.

Per risolvere questo fastidioso problema non c’è nulla di meglio che una terapia a base d’onde d’urto che permette di risolvere il problema nell’80% dei casi. Le onde d’urto permettono di creare una cavitazione che stimola il tessuto che aumenta la sua vascolarizzazione e porta una rigenerazione delle cellule e permette dopo diverse sedute di tornare ad appoggiare il piede senza sentire un eccessivo dolore.

Per info e prenotazioni

www.medicalfisiokine.com

Related Tags