4 Nov, 2022 | Dott.ssa Lidia Esther Guzman |

A cosa serve il taping kinesiologico?

Ovviamente, il nastro sportivo è stato popolarmente utilizzato da atleti professionisti e dilettanti per molti anni. Tuttavia, il nastro kinesiologico è significativamente diverso. Il nastro atletico tradizionale veniva spesso utilizzato per immobilizzare un muscolo o un’articolazione avvolgendo l’estremità con molti strati di nastro e doveva contribuire a prevenire ulteriori lesioni. Tuttavia, limitava anche i movimenti e non aiutava l’infortunio a guarire.

Il taping kinesiologico assume praticamente l’approccio opposto. Cioè, allunga leggermente i tessuti per consentire una circolazione non compromessa al muscolo. Ciò consente al muscolo di guarire più rapidamente. Tieni presente che con il nastro kinesiologico, un’estremità non viene mai avvolta come con il nastro atletico tradizionale. Un singolo strato di nastro kinesiologico viene applicato sull’area lesa. Come accennato in precedenza, ciò consente di non ostacolare il flusso sanguigno. Tuttavia, esiste un altro tipo di fluido in grado di circolare più liberamente se il nastro kinesiologico non fosse utilizzato. Questo fluido si chiama fluido linfatico e proviene dai linfonodi.

Come funziona il taping kinesiologico?

L’effetto più evidente e lampante del taping kinesiologico è già stato ampiamente discusso in questo articolo. Il miglioramento della circolazione sanguigna e linfatica è il principale vantaggio del taping kinesiologico. Ciò riduce l’infiammazione e diminuisce la quantità di accumulo chimico nel tessuto. Tuttavia, questo è ben distante dall’essere l’unico vantaggio del taping kinesiologico. Il taping supporta anche il muscolo. Può consentire al muscolo di contrarsi anche quando non è al 100%, il che può aiutare a prevenire i crampi. Il terzo vantaggio del taping kinesiologico è quello dell’attivazione degli analgesici del corpo. Gli analgesici dei corpi sono i meccanismi interni che consentono a una parte del corpo ferita di guarire più rapidamente e causare meno dolore. Il quarto vantaggio è visto come risultato dei tre precedenti. Consentendo una migliore circolazione dei muscoli, si ottiene un migliore movimento delle articolazion.

Per info:

Studio Professionale

Dott.ssa Lidia Esther Guzman

Write Reviews

Leave a Comment

Please Post Your Comments & Reviews

No Comments & Reviews