31 Mag, 2023 | Dott.ssa Lidia Esther Guzman |

VERTEBRE CERVICALI:

Rimedi per il dolore della Cervicalgia e Fisioterapia

  • Funzione
  • Struttura
  • Caratteristiche
  • Disturbi
  • Terapia
  • Rimedi

Funzione

Le vertebre cervicali compongono il tratto cervicale, il quale è la parte più mobile della colonna vertebrale e la più delicata in quanto le vertebre di questa zona sono più superficiali rispetto alle vertebre dorsali e lombari.

Si occupano di sostenere e stabilizzare il cranio, inoltre le vertebre cervicali proteggono le strutture che le attraversano come il midollo spinale, le radici nervose e l’arteria vertebrale.

Le vertebre cervicali si suddividono a loro volta in due parti:

  • Tratto cervicale superiore, composto dalla vertebra atlante ed epistrofeo che si occupano principalmente della rotazione del tratto cervicale.
  • Tratto cervicale inferiore, che si occupa principalmente della flessione anteriore, posteriore e laterale.

Struttura

Il tratto cervicale è costituito da sette vertebre, suddivise ulteriormente in due regioni con caratteristiche diverse:

  • Regione superiore (C1-C2)
  • Regione inferiore (C3-C7)

Il tratto cervicale inoltre presenta una curva fisiologica con convessità anteriore chiamata lordosi cervicale.

Le vertebre cervicali dei segmenti da C3 a C6 hanno caratteristiche simili alle altre vertebre del rachide, sono cioè composte da:

  • Corpo vertebrale, nella parte anteriore della vertebra di forma cilindrica, che supporta il carico maggiore.
  • Disco intervertebrale, che si trova tra due corpi vertebrali con la funzione di assorbire e ammortizzare le sollecitazioni dei movimenti quotidiani.
  • Arco vertebrale, che avvolge il midollo spinale posteriormente formato da due peduncoli che si collegano nella parte anteriore con il corpo vertebrale e due lamine che nella parte posteriore si trasformano nel processo spinoso.
  • Due processi trasversi, che sono il punto di unione delle lamine e dei peduncoli, che possono anche articolarsi con le coste della gabbia toracica.

Inoltre i segmenti della colonna cervicale hanno delle aperture in ogni corpo vertebrale dove passano le arterie che trasportano il sangue al cervello.

Caratteristiche

Le vertebre cervicali hanno delle caratteristiche che le distinguono dalle altre vertebre di altri segmenti. Nello specifico hanno una grandezza minore rispetto ad altre vertebre e un foro vertebrale di forma triangolare. La loro dimensione ridotta è dovuta al fatto che devono sostenere un peso minore rispetto alle vertebre dorsali e lombari.

Inoltre la prima, la seconda e la settima vertebra cervicale hanno delle caratteristiche uniche rispetto a tutte le altre vertebre:

  • La prima vertebra cervicale o atlante, si articola con l’occipite e sostiene il cranio. Ha la caratteristica di non avere il corpo vertebrale ed composta da due archi che si uniscono lateralmente.
  • La seconda vertebra cervicale o epistrofeo, la quale ha un corpo vertebrale modificato caratterizzato dalla presenza di un dente che funge da perno per la prima vertebra cervicale, permettendo così di poter ruotare la testa con maggiore facilità.
  • La settima vertebra cervicale o prominente, caratterizzata da un processo spinoso lungo e sporgente, visibile e palpabile alla base del collo. La vertebra prominente ha delle caratteristiche intermedie tra le vertebre del tratto cervicale e quelle del tratto dorsale.

Disturbi

Nelle vertebre cervicali può presentarsi nel tempo diversi fastidi e dolori al collo che vengono classificati con il nome di cervicalgia associati ad altri sintomi:

  • Torcicollo
  • Mal di testa
  • Vertigini
  • Dolore lungo il braccio o cervico-brachialgia
  • Formicolio lungo il braccio
  • Riduzione della capacità di movimento
  • Nausea e/o vomito

Terapia

Dolori Cervicali: Cure e Rimedi

Il trattamento del dolore cervicale varia in funzione di almeno due fattori: la causa del disturbo e la severità dei sintomi.Le forme più lievi di cervicalgia tendono a risolversi spontaneamente o grazie all’attuazione di banali accorgimenti, nel giro di qualche giorno/settimana.Le forme più complesse, invece, necessitano di piano terapeutico appropriato, che, a seconda delle circostanze, può comprendere la fisioterapia, l’uso di un tutore, l’uso di farmaci antidolorifici, la terapia infiltrativa e, talvolta, perfino la chirurgia.

Rimedi per il dolore della Cervicalgia e Fisioterapia

La fisioterapia per i dolori cervicali trova indicazione nei pazienti con sintomi persistenti, dovuti a problematiche muscolo-articolari ma non solo.

Il trattamento fisioterapico per la cervicalgia comprende, principalmente, esercizi mirati a migliorare la flessibilità, la mobilità, la stabilizzazione e la forza del collo; esso si concentra sui muscoli e sulle articolazioni non solo dell’area cervicale, ma anche della spalla e del rachide toracico.

La fisioterapia richiede costanza da parte del paziente: per poterne apprezzare i benefici, infatti, occorre tempo (diverse settimane di “allenamenti”).

Inoltre, è consigliabile fare tesoro degli esercizi proposti dal fisioterapista ed eseguiti nel suo studio, per ripeterli a casa, in un ritaglio di tempo, così da favorire il processo di guarigione.
Tra l’altro, appuntare gli esercizi può tornare utile in futuro, in caso di eventuali recidive.

Per info e prenotazioni

Studio Professionale Medical Fisiokine Caianello (CE)

Write Reviews

Leave a Comment

Please Post Your Comments & Reviews

No Comments & Reviews